| MAGAZINE

Come scegliere una Porta Blindata

I nostri nonni ci raccontavano dei bei tempi passati, in cui tutti lasciavano la propria abitazione aperta, senza la preoccupazione di essere raggiunti dalla delinquenza. Eppure, sembra si tratti di un falso mito: si rubava allora quanto oggi ma la percezione di sicurezza era molto diversa.

Il fatto che, oggi, una delle prime domande che ci si pone non appena acquistato un appartamento è “come scegliere una porta blindata” è significativo dell’importanza che le persone danno alla sicurezza, al primo posto tra le esigenze correlate al proprio benessere.

Inutile dire che queste problematiche sono più rilevanti in contesti cittadini e, ancora di più, nelle grandi città, come dimostrano le mille classifiche che vengono stilate ogni anno riguardanti il tenore di vita in Italia.

Porte vecchie, tutta un’altra storia

Le statistiche sottolineano anche altro: in valore assoluto i furti in abitazione sono in diminuzione e, al di là della diffusione di sistemi di allarme sempre più evoluti, questo è sintomo anche che, parlando di porte blindate, i prodotti si fanno sempre più performanti.

C’è stata un’epoca in cui la funzione della porta blindata era – praticamente – solo quella di indirizzare i malintenzionati verso appartamenti più facili da aprire, visto che i ladri con spiccate qualità non trovavano problemi a scassinare ciò che gli si presentava davanti.

Oggi, invece, arriviamo a parlare di resistenza a classi antieffrazione (secondo gli standard delle normative europee), diverse a seconda del grado di sicurezza che vogliamo ottenere, fino a raggiungere una protezione molto elevata, generalmente consigliata per attività tipo gioiellerie, banche, ambasciate, ecc.

Un altro problema, molto diffuso al tempo e che, ahimè, abbiamo ereditato, è la qualità del design delle porte blindate. Tutti abbiamo negli occhi le brutte, classiche porte blindate con pannello di rivestimento in MDF colore “noce medio” (come riporta la definizione più comune) delle quali sono stati riempiti vagonate di condomìni in tutta Italia. Ed è un’immagine che ci porteremo avanti all’infinito, in virtù del fatto che, spesso, non è possibile cambiare l’estetica del vano scale del palazzo.

Porte blindate di nuova generazione

Le porte blindate di nuova generazione sono di un altro pianeta: portoncino blindato, porta blindata con vetro, porte per esterno o per interno, economiche o di elevata classe antieffrazione, classiche o di design, oggi il mercato offre una gamma di soluzioni che, oltre a garantire la massima sicurezza, riflette i migliori canoni di qualità estetica.

Aperti allo stile, chiusi alle effrazioni” è lo slogan che meglio racchiude in sé il cuore del valore di una porta blindata.
Possiamo dire che queste porte, assolvendo alla loro funzione principale di sicurezza, possono diventare veri e propri elementi di arredo grazie alla più ampia liberà di scelta, che ha la sua massima espressione nella possibilità di personalizzazione.

Devo scegliere?
Ecco i criteri

Se “personalizzazione” è la parola chiave per selezionare prodotti esclusivi, quando ci poniamo la questione di come scegliere la porta blindata, non sarà che questa libertà vada a complicare le cose?

Niente paura: partiamo dai criteri ed arriviamo al prodotto giusto per ogni tipo di situazione.

Come già accennato, in funzione della tipologia dell’ambiente da chiudere, andremo a scegliere requisiti corrispondenti alla relativa classe antieffrazione: dai magazzini agli impianti nucleari – passando per i “normali” appartamenti – la scelta deve ricadere innanzitutto sulle caratteristiche desiderate.

Ad esempio, per quanto riguarda gli appartamenti, il fatto che si tratti di abitazioni all’interno di un condominio (con portoni principali o portieri) o di abitazioni isolate può far ricadere la scelta su una classe di sicurezza intermedia, la 3 o la 4.

Una porta blindata di classe 3 deve resistere ad un ladro esperto che abbia a disposizione attrezzi ben più evoluti del semplice cacciavite dello scassinatore occasionale.

In quelli di classe 4 sarà necessario proteggersi dai malintenzionati più esperti che, come nel caso di case indipendenti o villette, potrebbero avere il tempo di utilizzare utensili più importanti per raggiungere il loro obiettivo, qualora agissero indisturbati.

Chiaramente, la scelta viene condizionata anche dal fatto che si tratti di una porta interna o di una porta esterna. In questo caso, è possibile puntare anche su porte con parti vetrate più o meno ampie, che condensano in un unico prodotto eleganza, leggerezza e luminosità.

Attenzione alla scelta dei pannelli di rivestimento, qualora la porta sia esposta costantemente ai raggi diretti del sole.

La sicurezza si riflette nella scelta della serratura che, come è ovvio, è uno degli elementi fondamentali della porta.
Una tipologia di sicurezza per porte blindate di ultima generazione è data dalla serratura elettronica, fino a quelle integrabili nel sistema di allarme e gestibili da remoto con lo smartphone. Si aggiungono al classico cilindro europeo e a quelle antishock che ne rappresentano l’evoluzione.

Anche in questo caso, è bene domandarsi quali requisiti si vogliono raggiungere per poter fare la scelta giusta: dal blocco anti card a quello anti leva, dal cilindro anti trapano al defender, le soluzioni per tenerci al sicuro sono le più svariate.

La personalizza-
zione

Una volta stabilite le caratteristiche tecniche necessarie, ecco che è possibile spaziare, con creatività, nella piena libertà di forma (porta classica, ad arco, ecc.) e dimensioni fino alla scelta più interessante dei pannelli di finitura che, alla fine, sono gli elementi che ci troviamo davanti agli occhi tutti i giorni.

Chi dice che una porta blindata sicura non possa essere anche bella?

Anche nel caso più vincolante di un appartamento all’interno di un condominio, che determina la scelta del pannello esterno in base all’estetica stabilita in fase di realizzazione, all’interno dell’ambiente è possibile personalizzare il rivestimento secondo i gusti e in piena coerenza con lo stile desiderato.

Con la scelta delle maniglie, degli accessori e delle integrazioni per aumentare comfort e sicurezza (come, ad esempio, i visori di grandi dimensioni, utilizzabili anche dai bambini per aprire in totale sicurezza), abbiamo finito di comporre la nostra porta ideale.

E se non siamo ancora soddisfatti e ne vogliamo sapere di più, approfittiamo di questo link per atterrare sul catalogo Cocif in cui i portoncini blindati sono sezionati in tutti gli elementi che ne costituiscono la struttura (telaio, cerniere, pannelli, serrature, maniglie, ecc.): come scegliere una porta blindata non sarà mai più un problema.

| METTITI IN CONTATTO

Per maggiori informazioni compila il form.


    * Campo obbligatorio

    Dichiaro di aver letto l'informativa privacy.

    Iscriviti alla Newsletter

    Scopri in esclusiva le ultime novità.

    Inserisci i tuoi dati, sarai sempre aggiornato.

    Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi e per personalizzare i contenuti pubblicitari, questo sito utilizza cookie profilanti, anche di terze parti.
    Per saperne di più e per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.
    Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione cliccando al di fuori di esso acconsenti all'uso dei cookie.